19/03/2014 - 16:12

ANIP promuove i Bandi Tipo per i servizi di pulizia e igiene ambientale

Nuove regole per una spesa pubblica efficiente. Il Bando-tipo n. 1 del 26 febbraio 2014, che tiene conto anche delle osservazioni condivise con l’Associazione Nazionale Imprese di Pulizia e Servizi integrati di Confindustria, regolamenta gli appalti in linea con quanto richiesto in sede nazionale e comunitaria per quanto concerne l’applicazione dell‘offerta economicamente più vantaggiosa e fornisce un quadro giuridico certo di riferimento per aziende del settore ed enti committenti.

Servizi di pulizia e igiene ambientale

Bandi-tipo. Pubblicato il modello di disciplinare per gli affidamenti dei servizi di pulizia e igiene ambientale.

Pubblicato dall’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici il modello di disciplinare per le gare di appalti che hanno per oggetto l’affidamento dei servizi di pulizia e igiene ambientale degli immobili nei settori ordinari.

Il Bando-tipo n. 1 del 26 febbraio 2014 elaborato dall’Avcp a seguito di una previsione normativa - art. 64, comma 4-bis del codice dei contratti - serve a guidare e a semplificare la complessa attività di predisposizione della documentazione di gara da parte delle così dette stazioni appaltanti con l’effetto di ridurre il contenzioso nell’aggiudicazione degli appalti.

Il documento, che tiene conto delle osservazioni degli operatori del settore formulate in una recente consultazione pubblica e del parere del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, regolamenta gli appalti di importo superiore alla soglia comunitaria nei settori ordinari, valorizzando la componente progettuale e qualitativa delle imprese mediante l’aggiudicazione del contratto secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Oltre a riprodurre le clausole tassative di esclusione, il Bando-tipo fornisce indicazioni su altri importanti aspetti dell’iter di affidamento, come la definizione dei requisiti di partecipazione e le modalità di presentazione delle offerte.

Trascorsi 12 mesi, durante i quali le stazioni appaltanti potranno formulare osservazioni e commenti, l’Autorità verificherà il raggiungimento degli obiettivi: semplificazione e riduzione del contenzioso.

“Cambia finalmente il vento negli appalti pubblici dei servizi: i bandi tipo elaboratidall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici definiscono regole chiare e certe per la concorrenza, migliorano l’efficienza della spesa pubblica e aiuteranno nella lotta al lavoro nero”.

E’ questo il commento del Presidente ANIP (Associazione Nazionale Imprese di Pulizia e Servizi integrati di Confindustria) Lorenzo Mattioli alla pubblicazione del modello di disciplinare per gli affidamenti dei servizi di pulizia e igiene ambientale da parte dell’AVCP.
Bando-tipo n. 1 del 26 febbraio 2014 – .pdf 750 kb

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati