05/09/2013 - 18:08

Ambiente: panorami senza tempo dal finestrino del treno natura

Da ottobre a dicembre otto le tappe a bordo del "Treno Natura" per vivere in lentezza la bellezza del paesaggio culturale delle Terre di Siena. La curva delle colline toscane, i meravigliosi colpi d'occhio sulle erosioni dei calanchi delle Crete senesi, i vigneti e i cipressi disseminati dalla mano parsimoniosa con cui uno scrittore esperto traccia i punti esclamativi e una ferrovia che non è diventata "ramo secco" nè scomparsa per lentezza o scomodità.
Una ferrovia che è rimasta nel ricordo di coloro che vivevano in campagna e amavano il vapore della locomotiva, vivendolo come segno di un progresso necessario e giusto. Una ferrovia che non è stata dimenticata ma che fortunatamente è rifiorita dopo la chiusura al traffico nel 1994 per "utenza insufficiente". Parliamo della linea Siena-Asciano-Monte Antico-Buonconvento-Siena, che rivive come ferrovia turistica grazie ai volontari dell'associazione Treno Natura con treni a vapore e littorine d'epoca che fanno viaggiare famiglie con bambini, ospiti stranieri e quanti desiderano conoscere con tranquillità le bellezze del paesaggio senese. Le precedenti otto tappe primaverili, da marzo a maggio, hanno registrato numeri in crescita rispetto al 2012. Complessivamente, sono saliti a bordo del treno 2.380 passeggeri, di cui oltre 540 bambini. Secondo un calendario fissato di anno in anno questi piccoli treni d'epoca tornano a percorrere la Valle dell'Asso e le crete senesi con svariate proposte. Ne presentiamo otto, tutti bellissimi itinerari enogastronomici e culturali delle Terre di Siena. Ogni tappa infatti sarà abbinata a sagre, feste, mostre, mercatini e iniziative create ad hoc per unire la visita del territorio della Provincia di Siena.

I viaggi sul Treno Natura partono domenica 13 ottobre con il "Vivo d'Orcia" per degustare i sapori e i profumi della cucina autunnale. Il treno a vapore partirà dalla stazione di Siena per fare tappa a Monte Antico, passando per le Crete. Il viaggio proseguirà attraverso il Parco della Valdorcia e le zone di produzione del Brunello con destinazione prevista a Torrenieri. All'arrivo alla stazione di Sant'Angelo, i viaggiatori verranno trasferiti nella frazione "Vivo d'Orcia" dove potranno visitare la Sagra del fungo porcino, il castello oppure effettuare un percorso guidato nel bosco. La seconda tappa autunnale del Treno Natura è fissata per domenica 20 ottobre con destinazione Abbadia San Salvatore. Il treno a vapore partirà da Siena con arrivo prima a Monte Antico e poi a Monte Amiata Scalo. Da qui i viaggiatori proseguiranno su pullman per Abbadia San Salvatore, dove li attenderà la Festa d'autunno. Sarà possibile visitare il Museo Minerario o l'Abbazia. Partenza per Torrenieri, da dove si proseguirà in treno verso Siena passando per Asciano. Piancastagnaio e la Festa del Crastatone, dedicata alla castagna, saranno protagoniste domenica 3 novembre del nuovo appuntamento con il Treno Natura. Si parte dalla Stazione di Siena alla volta di Monte Amiata Scalo, dove sarà effettuato il trasferimento con pullman verso Piancastagnaio. All'arrivo sarà possibile visitare la sagra e il borgo medievale.

Nel mese di novembre sono previste due tappe del Treno Natura a San Giovanni D'Asso, in occasione della mostra mercato del Tartufo Bianco: domenica 10 novembre, con partenza da Siena, e domenica 17 novembre, con partenza da Grosseto. Il treno a vapore in ognuno dei due appuntamenti farà sosta a San Giovanni d'Asso, dove sarà possibile visitare il Castello all'interno del quale si svolge la mostra mercato del tartufo. Nel mese di dicembre il Treno Natura continuerà a viaggiare alla scoperta dei Mercatini di Natale dell'Amiata (1° dicembre) e delle degustazioni di Olio Novo a San Quirico d'Orcia (8 dicembre). Domenica 1° dicembre il treno storico a vapore partirà da Siena con sosta ad Asciano per poi raggiungere Sant'Angelo - Cinigiano passando attraverso i suggestivi scorci del Parco della Val d'Orcia, delle zone del Brunello di Montalcino e delle Crete Senesi. Da Seggiano i partecipanti saranno trasferiti verso il Monte Amiata, con possibilità di visitare le cantine di Seggiano e degustare l'olio novo. Domenica 8 dicembre, invece, il Treno Natura si dirigerà verso San Quirico e la sua Festa dell'Olio. L'ultima tappa dell'edizione 2013 del Treno Natura sarà domenica 15 dicembre con arrivo a Siena e partenza da Fabro, passando da Chiusi. A Siena i partecipanti potranno visitare la città e i suoi musei e nell'occasione sarà possibile prendere parte al "Mercato Medievale" in Piazza del Campo.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su