04/07/2018 - 10:26

Ambiente: Lidl dice stop alla plastica usa e getta entro il 2019

Lidl ha annunciato lo stop all’uso di plastica usa e getta. Il brand eliminerà dall’assortimento la plastica monouso entro la fine del 2019, come bicchieri, piatti e posate, al loro posto verranno introdotte soluzioni realizzare con materiali alternatici o riciclabili. In un secondo momento, inoltre, l’Insegna eliminerà le posate e le cannucce in plastica presenti nei piatti pronti e nelle bevande to go, convertendole in versioni più sostenibili.

plastica usa e getta

Dopo il recente annuncio di Lidl Italia di ridurre del 20% l’utilizzo di plastica entro il 2025, l’Azienda leader della GDO comunica nuove misure concrete, che le permetteranno di raggiungere questo ambizioso traguardo “Sulla via del domani”. Entro la fine del 2019, infatti,la Catena toglierà dagli scaffali di tutti gli oltre 600 punti venditai prodotti monouso in plastica come bicchieri, piatti e posate. Al loro posto verranno introdotte soluzioni realizzate con materiali alternativi o riciclabili, che Lidl Italia sta studiando in stretta collaborazione con i propri fornitori, come già fatto da diverso tempo per i bastoncini cotonati. In un secondo momento, inoltre,l’Insegnaeliminerà le posate e le cannucce in plastica presenti nei piatti prontie nelle bevande to go, convertendole in versioni più sostenibili.

“Le parole chiave che contraddistinguono la nostra strategia per diminuire l’uso di plastica sono tre: Evitare, Ridurre, Riciclare. Rimuovendola plastica monouso dal nostro assortimento contribuiamo a ridurre la nostra impronta plastica”, dichiara Eduardo Tursi, Amministratore Delegato Acquisti di Lidl Italia. “Questa misura infatti consentirà all’Azienda di risparmiare circa 2.000 tonnellate di plastica all’anno, l’equivalente dei rifiuti plastici prodotti in un anno da oltre 57.000 persone in Italiae pari a ben 1.500 metri cubi.” Lidl Italia ha in programma di esaurire i quantitativi delle referenze usa e getta già acquistatie di passare poi gradualmente ad inserire a scaffale soluzioni alternative. In questo modo i clienti continuerannoa trovare in punto venditai prodotti abituali, rispondenti alle loro esigenze.

Numerose sono le iniziative per ridurre l’utilizzo di plastica che Lidl Italia ha già intrapreso:un esempio virtuoso è il recupero delle plastiche da imballo che l’Azienda trasforma ogni anno in nuova materia prima da riutilizzare. E la Catena proseguirà nello sviluppo di nuove azioni che le permetteranno di raggiungere l’obiettivo del meno 20% di plastica entro il 2025.Così l’AD Acquisti Tursi: “Stiamo studiando diverse misure e informeremo i nostri clienti passo dopo passo su tutte le novità ed i cambiamenti che implementeremo. In particolare nel packaging dei nostri prodotti si prospettano diverse soluzioni, al momento in fase test, che potranno davvero fare la differenza.”

Lidl e Kaufland fanno parte del Gruppo Schwarz, uno dei maggiori gruppi distributivi al mondo. Il Gruppo, consapevole della propria responsabilità in particolare nei confronti dell’ambiente, sviluppa misure in questo ambito e le implementa in tutti i Paesi in cui opera nel mondo. Questo fa parte di un’ampia strategia sulla plastica a 360° che punta a ridurne l’uso e a favorire la circolarità delle risorse.

Marilisa Romagno
autore

condividi su

Articoli correlati