06/07/2019 - 15:15

Al via dal 9 luglio “Il mare di tutti”, la spiaggia attrezzata per la fisioterapia in mare dedicata alle persone con sclerosi multipla

Torna per l’estate 2019 “Il mare di tutti”, il progetto di punta tra le numerose iniziative promosse all’associazione Sunrise Onlus di Borgagne, che consente di usufruire della fisioterapia in mare a persone affette da sclerosi multipla o patologie simili, per vivere il mare come occasione di svago e, soprattutto, di terapia.

Al via dal 9 luglio e fino al 15 settembre, la seconda edizione de “Il mare di tutti”, il progetto che prevede spiagge attrezzate per chi ha la sclerosi multipla, consentendo loro di fare fisioterapia in mare. L’iniziativa è  promossa dall’associazione Sunrise Onlus di Borgagne e nata dall’entusiasmo e dall’impegno della sua instancabile presidente Maria De Giovanni

fisioterapia-a-mare

Al via dal 9 luglio e fino al 15 settembre, la seconda edizione de “Il mare di tutti”, il progetto che prevede spiagge attrezzate per chi ha la sclerosi multipla, consentendo loro di fare fisioterapia in mare. L’iniziativa è  promossa dall’associazione Sunrise Onlus di Borgagne e nata dall’entusiasmo e dall’impegno della sua instancabile presidente Maria De Giovanni

I partecipanti, senza alcun a spesa, per tre giorni a settimana, potranno effettuare la fisioterapia in mare presso il Lido Coiba a San Foca (LE), attrezzato di isola fisioterapica e medica. Ogni paziente usufruirà di una visita fisiatrica specialistica preliminare per essere indirizzato alla terapia più adatta. La talassoterapia, cioè la fisioterapia in acqua, infatti, produce dei benefici fisici e psichici per aiutare a superare le difficoltà quotidiane e nell’inserimento sociale.

L'iniziativa, promossa dall'associazione 'Sunrise Italiana Sclerosi Multipla' è stata presentata ieri a Palazzo Adorno a Lecce. Sono intervenuti, tra gli altri, la presidente di Sunrise, Maria De Giovanni, affetta da sclerosi multipla e portavoce della categoria, il capo di gabinetto della Provincia di Lecce, Antonio Del Vino, l'assessore ai servizi sociali di Melendugno Anna Elisa Prete, Luciano Marrocco, componente dello Staff del presidente della Provincia di Lecce, Giuseppe Schirinzi, presidente Assotur, Andrea Antonaci, direttore  Dipartimento di Riabilitazione Asl Lecce, Tina De Francesco, presidente International Inner Wheel Tricase-Santa Maria di Leuca, Andrea Corleto, rappresentante della Banca Popolare Pugliese, Teresa Chianella presidente Commissione provinciale Pari opportunità, Jacopo Russo, fisioterapista, Luigi Mazzei, testimonial Sunrise. Presenti anche Titti Tornesello, primario di Oncologia pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce e Anita Marzano, presidente uscente Fidapa Gallipoli.

Per la seconda edizione 2019 del progetto è stata inclusa la possibilità di utilizzare un pulmino per il trasporto disabili donato dall’International Inner Wheel Tricase-Santa Maria di Leuca, uno spazio medico dedicato, un'isola per l'attrezzatura per la riabilitazione in acqua, passerelle fino al mare, uno spazio ristoro, cabine- spogliatoi, la possibilità di portare i propri amici a quattro zampe. Prima della terapia in mare, i partecipanti faranno una visita fisiatrica. In spiaggia sarà presente anche un cardiologo. "Ho voluto fortemente questo progetto", afferma De Giovanni, "per dare una risposta al territorio e, soprattutto, per non nascondersi negli angoli con la propria disabilità".

Al fine di raccogliere fondi per le attività dell’associazione, saranno promosse delle magliette dedicate all’evento nei 22 lidi di Melendugno, con il brand disegnato da un’altra persona speciale affetta da sclerosi multipla, la grafica Donatella De Blasi, realizzate insieme alla nota illustratrice Valentina D’Andrea. 

"Questa iniziativa - aggiunge la De Giovanni - è stata studiata per ottimizzare qualitativamente la vita di chi vive la Sclerosi multipla e incontra mille barriere, architettoniche e mentali, per uscire finalmente allo scoperto, anche rispetto a una spiaggia organizzata logisticamente per un disabile". "Al mare - conclude - tutto diventa più leggero e con ognuno di noi ci sarà uno specialista". 

La lista d’attesa dei partecipanti, come sottolineato in conferenza stampa, è già di 50 persone, di cui 20 provenienti dal resto d’Italia, che saranno accolte dallo staff formato da Gabriele De Masi, cardiologo presso l’Ospedale di Tricase, Franco Farì, fisiatra, Jacopo Russo, fisioterapista, oltre ai tanti volontari. “La sfida per il prossimo anno sarà di riuscire a portare questa esperienza anche sul versante jonico della costa salentina”, ha dichiarato ancora la presidente di Sunrise, che ha poi lanciato un messaggio finale di incoraggiamento per tutti: “Vi auguro l’indigestione più grande, che è quella della vita. Mangiatene, non vi farà mai male”.

Per partecipare è sufficiente chiamare il numero 3272003395, oppure inviare una mail a sunriseonlus@hotmail.com.

Per essere aggiornato con le nostre notizie, iscriviti al canale Telegram di Alternativa Sostenibile.

Mariangela Lomastro
autore

condividi su