22/10/2009 - 13:46

Agrienergie: il futuro dell'ambiente passa da qui

In mostra le principali novità del settore da parte di operatori ed enti pubblici. Inoltre dimostrazioni tecniche e momenti di approfondimento politico e scientifico per cercare di fare chiarezza sul futuro di un settore che rilanciando l'economia privata e aziendale può contribuire alla salvaguardia dell'ambiente.
Si svolgerà ad Arezzo dal 6 al 8 novembre la fiera dedicata al mondo delle energie da fonti rinnovabili. Le energie rinnovabili di provenienza agricola e forestale, biocarburanti e biogas, l'energia prodotta dal sole e dal vento. Il mondo delle bioenergie, le novità del settore rivolte agli enti pubblici e utenti, le aziende leader, oltre a momenti di approfondimento tecnico, politico e scientifico. Saranno questi i protagonisti di Agrienergie 2009, la manifestazione fieristica che si svolgerà da venerdì 6 a domenica 8 novembre 2009 al Centro Affari di Arezzo con l'obiettivo principale di fare il punto della situazione su un settore ormai sempre più consolidato per l'economia agricola del paese e per un modello ecosostenibile a cui l'Unione Europea sta andando incontro.
Agrienergie 2009 raccoglie tutte le filiere agrienergetiche, dalla produzione all'utilizzo delle diverse biomasse agricolo forestali. Molti gli espositori. Tra questi aziende che si occupano della realizzazione dei macchinari che ad Arezzo troveranno largo spazio per dimostrare le nuove tecnologie in atto. Ancora tanti gli stand espositivi degli enti istituzionali: Regioni, Province, Agenzie di sviluppo, centri di ricerca e altre realtà del settore. Tutti in fiera per presentare i vari progetti mirati al potenziamento di un settore in forte sviluppo. Importante anche il momento di confronto tra i principali attori della filiera che con convegni, Workshop per gli operatori, esposizione di macchinari, presentazione di progetti potranno trovare l'occasione di approfondire la conoscenza di questo settore. E ancora una grande area dimostrativa e visite guidate ai vari impianti di teleriscaldamento situati nel territorio circostante. E' questo ed altro Agrienergie 2009. Il tutto in una rassegna rivolta agli operatori del settore con particolare riferimento al mondo scientifico, agli amministratori e tecnici degli enti pubblici, alle organizzazioni professionali agricole, ai liberi professionisti, alle imprese del settore agro-forestale e in generale a tutti gli interessati al tema delle agrienergie.
L'Italia consuma all'anno energia pari a circa 195 milioni di tonnellate equivalenti petrolio (MTep). Sul totale dei consumi nazionali attualmente l'energia rinnovabile rappresenta il 9%. Nella UE le biomasse soddisfano il 4% del fabbisogno energetico contro il 3,6% dell'Italia e con il piano d'azione per la Biomassa l'Europa ci chiede di raddoppiare queste percentuali entro il 2010. In termini energetici nella UE, allo stato attuale, si prevede un incremento dell'impiego di biomassa dagli attuali 69 Mtep ad oltre 180 Mtep entro il 2010 con scenari ancora più ampi entro il 2020. In l'Italia l'energia complessiva da biomasse attualmente corrisponde a circa 8,6 Mtep e si stima che entro il 2016 grazie ai contributi di diverse filiere si possa raggiungere una quota compresa tra i 14 e 19 MTep.
Agrienergie è promosso dalla Regione Toscana, attraverso l'Arsia, l'agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione nel settore agricolo-forestale, Toscana Promozione e Centro Affari di Arezzo, con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e delle Associazioni economiche e agricole, con il cofinanziamento degli enti locali e la collaborazione tecnica di Aiel (associazione italiana energie agroforestali), Paulownia Italia srl.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su