13/01/2016 - 20:35

Accordo tra Fao e Notariato mondiale per il diritto alla terra

In seguito all'adozione delle Direttive Volontarie l'11 maggio 2012 da parte delle Nazioni Unite, il cui scopo è quello di aiutare i governi a tutelare i diritti di proprietà e di accesso alle terre, alle foreste e alla risorse ittiche a favore dei diritti di milioni di persone spesso molto povere, è stato firmato nei giorni scorsi un accordo di cooperazione tra il Notariato Mondiale (UINL) e la FAO.
L’accordo deriva dall’inclusione nelle Direttive Volontarie della figura del notaio come uno degli attori giuridici cui fare appello per ricevere consulenza e garanzie contrattuali nella messa in sicurezza dei diritti di proprietà della terra (art.17.3) e al progetto già in essere del notariato mondiale che prevede la creazione di registri immobiliari in quei paesi dove è presente il fenomeno del land grabbing.

L’accordo appena firmato prevede l’impegno da parte dell’UINL della diffusione dell'informazione sull'esistenza delle direttive volontarie presso i suoi 86 membri e 300.000 notai.

Questa diffusione continuerà attraverso la creazione del link al sito della FAO sul sito www.uinl.org, che avrà anche una sezione dedicata alle direttive volontarie.

L’UINL metterà inoltre a disposizione la sua rete di esperti giuristi del fondiario per garantire la promozione e l'applicazione delle direttive volontarie (principalmente in America centrale e del Sud, Africa dell'Ovest ed oceano indiano, Sud-est asiatico e Estremo Oriente, Europa centrale e dell'Est). 

Verrà inoltre utilizzata la rete istituzionale dell’UINL (stati, amministrazione, universitari, professionisti ecc.) per la diffusione delle direttive volontarie e l'attuazione delle sue attività di sostegno agli stati in materia di gestione fondiaria e verranno messi a disposizione delle Agenzie delle Nazioni Unite i “legal tools” elaborati dai gruppi di lavoro dell’UINL, per migliorare l’accesso alla proprietà in un quadro sostenibile (es: strumenti giuridici per la consegna di titoli di proprietà, contratti tipo per le imprese per investimenti responsabili nel settore agricolo).
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su