20/02/2016 - 16:00

Accordo MinAmbiente e Convento di Assisi per educazione e sostenibilità ambientale

Un progetto comune tra ministero dell’Ambiente e Sacro Convento di Assisi per educare i giovani al rispetto del Creato e rendere sostenibile sotto il profilo energetico il complesso monumentale della Basilica.
Sono questi gli obiettivi del protocollo firmato nella sede del Dicastero di Via Cristoforo Colombo dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e dal Custode del Sacro Convento, Padre Mauro Gambetti. Presenti anche padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi.

Parte dunque una collaborazione triennale con alcuni obiettivi individuati nel testo dell’intesa: la promozione di un programma di educazione ambientale, la valorizzazione delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica negli edifici e nei complessi monumentali religiosi di rilievo artistico e culturale, quale è appunto quello della Basilica di San Francesco d'Assisi. “Il Sacro Convento – come si legge nel protocollo - si impegna ad individuare un programma di attività di divulgazione e percorsi di educazione all’ambiente, anche attraverso il coinvolgimento delle scuole”, oltre a tutte le iniziative che contribuiscono agli obiettivi di risparmio energetico e rispetto dell’ambiente.

 “E' proprio da luoghi di straordinaria carica religiosa e attrattiva culturale come è la Basilica di San Francesco – afferma il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti – che deve partire quel messaggio comune che unisce idealmente eventi come il Giubileo della Misericordia e l’Enciclica ‘Laudato Si’ di Papa Francesco con le politiche rivolte alla sostenibilità ambientale, nella cornice dello storico accordo raggiunto alla Cop21 di Parigi sui cambiamenti climatici. Risparmiare energia, ridurre gli sprechi di risorse vitali ed educare i nostri giovani a compiere ogni scelta quotidiana nel rispetto dell'ambiente – conclude il ministro – è un'opera morale e culturale che tutti noi siamo chiamati a compiere per dare un futuro al Pianeta”.

"Oggi abbiamo bisogno di mettere in atto sinergie tra persone e istituzioni per affrontare i difficili compiti legati alla tutela dell'ambiente e dell'arte. Questi ultimi due aspetti sono una risorsa nella loro fragilità e generano sentimenti per pensare e vivere nel miglior modo il mondo e la propria umanità. Quella con il ministero dell'Ambiente - ha dichiarato il Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti - è una collaborazione importante per realizzare e promuovere la doverosa pratica della cura e custodia dell'arte e dell'ambiente".

Marilisa Romagno
autore

condividi su