02/12/2014 - 16:30

Abitare Biotech: condomini eco-sostenibili, sicurezza, risparmio energetico e qualità della vita

Si svolgerà venerdì 5 dicembre p.v. alle ore 14.30 presso Cappella Farnese – Palazzo D’Accursio, Piazza Maggiore, 6 (BO) il convegno dal titolo “Abitare Biotech: condomini eco-sostenibili, sicurezza, risparmio energetico e qualità della vita”, organizzato dal Comitato Abitare Biotech in partnership con ANACI – Associazione Nazionale Amministratori Condominiali Immobiliari e con il Patrocinio del Comune di Bologna, dell’Ordine degli Architetti di Bologna e del Gruppo24.

L’incontro sarà l’occasione per presentare alla cittadinanza il progetto Abitare Biotech che, nell’ambito del PAES – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, intende ridurre le emissioni di COâ‚‚ a favore dell’utilizzo di fonti rinnovabili; tra gli obiettivi del progetto anche il rilancio dell’economia, una maggiore attenzione alla sicurezza nei condomini ed una migliore qualità della vita delle persone.

 

Durante l’incontro verrà illustrato, in particolare, un nuovo sistema di monitoraggio degli edifici che prende avvio con il check-up dell’immobile; non una semplice diagnosi energetica bensì un sistema che aiuta a fotografare lo “stato di salute” di ogni edificio, considerando gli otto settori chiave presenti: audit, design for all, sicurezza e conformità, energia, comfort e qualità dell’abitare, acqua ed attrezzature comuni.

 

Al termine dello screening degli 89 requisiti, i punteggi verranno sommati e saranno attribuiti gli indicatori di valutazione ovvero da 1 a 6 girasoli.

Tutti gli immobili che avranno totalizzato almeno tre girasoli riceveranno la targa Abitare Biotech da affiggere in condominio.

 

La targa soddisfa i requisiti previsti dalla legge n.220 del 2012 sulla riforma del condominio: per cui compaiono i recapiti diretti dell’amministratore e l’indicazione dell’iscrizione all’associazione di categoria; ma sono presenti anche due assolute novità: il grafico Abitare Biotech e un QR code univoco che permette di accedere al sito web del condominio e scaricare i documenti ad esso relativi: verbali, DVR, DUVRI, privacy, ecc..
 

"Il patrimonio immobiliare italiano è in buona parte vecchio e obsoleto – afferma Francesco Venunzio, componente Comitato Abitare Biotech - e necessita di urgenti interventi di riqualificazione, con particolare attenzione alle problematiche energetico - ambientali e della messa in sicurezza delle strutture portanti degli edifici. Più in generale esiste un problema di rigenerazione e riqualificazione urbana che comporta interventi nel cuore delle nostre città per renderle più funzionali e più belle. Creare valore in questo contesto, caratterizzato da una domanda sempre più qualitativa a tutti i livelli e da una sempre maggiore sensibilità dei cittadini sulla problematiche ambientali, richiede la capacità da parte di tutti gli operatori professionali di operare secondo precise e definite modalità".

 
"E’ necessaria una nuova forma mentis anche da parte della cittadinanza – sostiene Francesco Burrelli Presidente Nazionale ANACI - che deve acquisire consapevolezza delle opportunità offerte dallo sviluppo tecnologico in campo edilizio e impiantistico, così come dei problemi che occorre affrontare per essere in grado di definire, prima dell’intervento, gli obiettivi da perseguire e quindi i miglioramenti e i vantaggi che dovranno essere ottenuti a fronte di una precisa analisi e individuazione dei costi che dovranno essere sostenuti. È in questo contesto che gli Amministratori condominiali sono chiamati ad assumere un ruolo di guida favorendo la diffusione di informazioni e di una conoscenza più consapevole dei problemi dell’efficienza ambientale e della sicurezza nelle abitazioni".

Allegati:
Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su

Articoli correlati