16/03/2013 - 17:30

A Verona si costruiscono case sugli alberi

Legno&Edilizia 2013, fiera internazionale biennale, promuove e guida lo sviluppo dell'utilizzo del legno nell'ambito delle costruzioni ed è la vetrina di riferimento per le strutture portanti e le case di legno, la carpenteria, il legname, le scale e i rivestimenti, i semilavorati, i pavimenti di legno, le macchine, gli utensili e i prodotti funzionali ai processi di lavorazione del legno.
Tarzan è di casa in Fiera a Verona dal 14 al 17 marzo alla biennale internazionale Legno&Edilizia. Tra le tante 170 aziende operanti nello specifico settore costruttivo, ci sono anche otto ragazzi veronesi che progettano e costruiscono case sugli alberi. Un'idea curiosa e originale - in Italia una sola azienda romana si è cimentata prima di loro in questa impresa e in tutta Europa esistono solo un esempio in Germania e uno in Francia - che trae origine dalla tesi di laurea di Jacopo Gozzi, 29 anni, che prima di laurearsi in architettura aveva costruito nel giardino di casa una casetta in legno tra un cedro del libano e una tuja pendula.

"La mia casa sull'albero sulle colline di Grezzana di Verona è di 23 metri quadri, dotata di stanza, bagno collegato alla rete fognaria, riscaldamento, vetrate e grande terrazzo. Dopo questo esperimento, con gli amici appassionati di arrampicate e gite nei boschi ho condiviso questa passione che è diventata un lavoro. Ora progettiamo e costruiamo sia per privati sia per enti locali". In un anno di vita (la Tree Top Builder esiste dal 2012) già cinque le case costruite: per i bambini nel giardino della villa, ma anche per un agriturismo e un bed&breakfast. "Il prezzo? Per 28 mq (7 metri per 4) 20.000 euro, con bagno, terrazza, riscaldamento, coibentazione e accesso facilitato".

Gli ancoraggi all'albero vengono fatti con un anello metallico dalla circonferenza modificabile per non "strozzare" la pianta, mentre il legno preferito per la struttura è il larice. Per accedervi vengono usate scale a pioli o a chiocciola, ma anche (pensando agli handicappati) passerelle collegate al terreno collinare. "Tra i progetti stiamo proponendo anche una casa sugli alberi a due piani, prefabbricato da 60 mq con cucina, salotto, camera, bagno, terrazza e veranda". Ora i ragazzi veronesi che hanno consegnato i loro lavori a Verona, Brescia, Torino e Parma, sono stati contattati da alcuni sindaci del Trentino per realizzare alcune casette sugli alberi come richiamo turistico. Le loro costruzioni vengono consegnate chiavi in mano in 30 giorni e di bello hanno anche il fatto che non sono soggette all'Imu: purché l'albero in questione si trovi su un terreno edificabile.
Tommaso Tautonico
autore

condividi su