25/07/2013 - 13:48

A Monza la Formula1 diventa verde

ACI ed Eco Store sottoscrivono un accordo per la compensazione di 12.000 tonnellate di CO2 emesse dal Circus di F1 nel Gran Premio d?'Italia
Per la prima volta al mondo una gara di Formula1 non ha impatto ambientale: grazie allÂ’'accordo sottoscritto dallÂ’'Automobile Club dÂ’Italia con Eco Store, le 12.000 tonnellate di CO2 emesse dal Circus di F1 durante il Gran Premio dÂ’Italia a Monza vengono compensate con lÂ’'impianto fino a 10.000 alberi.
Nel calcolo non sono considerate solo le emissioni delle monoposto durante le prove e la gara di domenica, ma anche quelle dei motorhome e dei veicoli tecnici dei team per il raggiungimento dellÂ’'autodromo brianzolo.

L'Â’operazione, patrocinata dal Ministero dellÂ’'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare e illustrata stamani presso la sede dellÂ’'ACI alla presenza del Questore della Camera dei Deputati, on. Stefano Dambruoso, è interamente sostenuta da Eco Store e finanzierà anche progetti nel settore dei biocarburanti e delle energie rinnovabili, oltre a promuovere azioni di tutela ambientale.

LÂ’'Automobile Club d'Â’Italia accompagna questa iniziativa con il lancio di una votazione online sul sito www.aci.it e sulla pagina Facebook “ACI Social Club”, con la quale gli appassionati delle due e quattro ruote possono assegnare a ogni albero il nome di un pilota, di oggi come di ieri. La classifica con i nomi più votati sarà svelata poi a Monza nel weekend del Gran Premio dÂ’Italia di Formula1.

“In sinergia con la Federazione Internazionale dellÂ’'Automobile – dichiara il presidente dellÂ’'ACI, Angelo Sticchi Damiani – abbiamo intrapreso un percorso assolutamente nuovo per il mondo delle corse automobilistiche. Il Gran Premio dÂ’Italia è da sempre sinonimo di storia, tradizione, leggenda ma anche innovazione e lÂ’'autodromo di Monza offre sempre il meglio, anno per anno, corsa per corsa”.

"Trasformare un evento come un Gran Premio di Formula 1 in uno spettacolo a impatto zero – afferma lÂ’'amministratore unico di Eco Store, Alessandro Gerardi – è una iniziativa che rientra alla perfezione nella nostra filosofia di azioni concrete per il rispetto dell'ambiente e l'ecosostenibilità. Un GP è un evento inquinante come molte delle attività che siamo costretti o scegliamo di fare ogni giorno. Riuscire a eliminare l'impatto ambientale del Gran Premio di Monza, almeno per quanto riguarda le emissioni di CO2, è straordinario ed emozionante. Il lavoro di Eco Store e dei 320 negozi affiliati è proprio quello di ridurre il più possibile l'impatto ambientale di attività indispensabili, come la stampa, che possono essere rese più virtuose. Una visione dell'ambiente basata su scelte, soluzioni e innovazioni prima che sulle rinunce".

Andrea Pietrarota
Direttore Responsabile

condividi su