25/09/2015 - 19:15

A Expo con Green Cross le scuole che tutelano l'ambiente

Ripopolare un habitat povero come la brughiera lombarda con piante spontanee ormai diventate rare. Trovare una risposta alla cementificazione e all'alterazione della natura attraverso gli orti sociali.
Rivalutare i grani antichi, le tradizioni, le produzioni locali per dire no ai pesticidi e alla corsa al profitto. Si schierano, scendono in campo e agiscono gli studenti che hanno vinto il concorso di educazione ambientale "Immagini per la terra", promosso dall'associazione Green Cross in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, che domenica 27 settembre andranno a Expo Milano 2015 per raccontare le loro esperienze.

Il primo appuntamento è alle 10:30 nel Padiglione Kinder+Sport, per la cerimonia di consegna degli attestati alle scuole che si sono distinte per i lavori e le attività svolte nel corso dell'anno sul tema dell'alimentazione, e per l'esibizione di alcuni studenti che, a suon di rap, canteranno quanto è importante tutelare la biodiversità agricola per rispondere alle sfide della fame e della povertà. Sul palco, insieme agli alunni saliranno l'On.le Mariapia Garavaglia, vicepresidente di Green Cross Italia; Giulia Serinelli del MIUR, direzione generale per lo studente; Claudia Cappelluti del Progetto scuola di Expo e Lorenzo Benanti, presidente del Consiglio nazionale dei periti agrari, tra gli enti patrocinatori dell'iniziativa.

L'evento proseguirà quindi al "Vivaio scuole" del Padiglione Italia, dalle 12 alle 17:30, per la presentazione dei progetti vincitori, alla presenza della responsabile del Progetto scuola di Expo Patrizia Galeazzo e della responsabile del settore educazione di Green Cross Patrizia Pallara. Saranno oltre 200 gli studenti che prenderanno parte all'incontro, in rappresentanza delle tante eccellenze italiane che investono sulla formazione e che seminano i germogli del futuro. Tra le delegazioni dei vincitori anche la scuola statale italiana di Asmara, in Eritrea, una realtà che dimostra come l'Italia che funziona spesso è in grado di varcare i confini nazionali.
Marilisa Romagno
autore

condividi su