09/05/2016 - 17:56

5 trucchi per risparmiare sulla bolletta della luce

Sconti promozionali, tariffe personalizzate, apparecchi ad alta efficienza: scopri come risparmiare in bolletta in cinque facili mosse.
Nei bilanci famigliari la bolletta della luce è una delle voci di spesa che pesa di più a causa dei frequenti rincari. Se risparmiare per gli italiani è diventato oramai un vero e proprio stile di vita, anche risparmiare in bolletta è possibile grazie a piccoli e semplici accorgimenti domestici. Vediamo di seguito come risparmiare sulla bolletta della luce in 5 semplici mosse.

Offerte promozionali e sconti online

Quello dell’energia è un settore molto concorrenziale e di conseguenza le compagnie energetiche, per stare al passo con il mercato, propongono sconti promozionali per i nuovi clienti con l’intento di accrescere il proprio bacino di utenza. I consumatori possono quindi scegliere tra un’ampia gamma di offerte e fra i migliori metodi per risparmiare sulla bolletta della luce vi è quello di confrontare le promozioni del momento su un comparatore online gratuito. Questi permettono infatti di scegliere in modo facile e veloce l’offerta più economica che meglio si adatta alle proprie esigenze.
Un secondo trucco per risparmiare è sicuramente quello di attivare l’offerta online. Sempre più spesso infatti gli operatori forniscono tariffe agevolate e sconti qualora la promozione venga attivata direttamente dai clienti via web.

Adattare la tariffa ai consumi

In terzo luogo è molto importante scegliere una tariffa di energia elettrica che rispecchi i propri consumi. Se si usano gli elettrodomestici principalmente la sera e nei week-end conviene optare per una tariffa bioraria, ovvero caratterizzata da un prezzo di fornitura dell'energia elettrica che varia in funzione delle ore e dei giorni di utilizzo. Se invece i consumi sono distribuiti in modo omogeneo su tutta la giornata è meglio optare per una tariffa monoraria, grazie alla quale il prezzo del kWh non dipende dal giorno e dall'ora in cui si consuma l’elettricità. Vi sono poi alcuni operatori energetici che ti sollevano dalla scelta tra le due formule applicandoti direttamente la tariffa (monoraria o bioraria) più conveniente a seconda del momento.

Eliminare gli sprechi per risparmiare in bolletta

Potrebbe essere scontato farlo presente, ma i risparmi in bolletta aumentano se si prende la buona abitudine di spegnere tutto quello che è acceso nella nostra abitazione ma che non stiamo utilizzando: la luce in una stanza vuota, la televisione e il computer in modalità stand-by, il caricabatteria attaccato alla presa ma senza il cellulare in carica, il frigorifero aperto, la lavatrice o la lavastoviglie in funzione a carico leggero.
Numerosi sono in alternativa le apparecchiature in vendita che permettono di risparmiare energia in casa. Ad esempio i dispositivi “standby-stop” che eliminano gli sprechi da stanby che ci son quando tv e pc vengono spenti. Si tratta di strumenti che interrompono l’alimentazione di tutti gli apparecchi collegati (schermo, stampante, casse, lettore dvd, ecc.) per poi riattivarli quando la televisione e il computer vengono accesi nuovamente. O ancora di particolari prese che permettono di monitorare i consumi elettrici degli elettrodomestici a esse collegati.

Scegliere apparecchi ad alta efficienza

L’ultimo trucco per risparmiare in bolletta è quello di scegliere apparecchi ad alta efficienza energetica. Cominciate, ad esempio, a sostituire le vecchie lampadine a incandescenza (oramai fuori commercio) con le lampadine a basso consumo o a LED che durano più a lungo e che consumano fino al 70% in meno.
Lo stesso vale per la scelta degli elettrodomestici. La loro efficienza energetica è misurata con delle lettere, dalla A alla G, dove la prima indica le classi di consumo energetico con prestazioni migliori e l’ultima quelle peggiori. Inoltre la maggior parte degli elettrodomestici (lavatrice, lavastoviglie, frigorifero) presentano opzioni attivabili di risparmio energetico.
Andrea Manfredi
autore

condividi su