18/12/2012 - 17:00

2012, l'anno del carpooling in Italia

Migliaia di italiani hanno scelto di condividere la propria auto nel 2012. Bringme, il portale italiano per il carpooling ha raggiunto i 100.000 euro risparmiabili grazie agli oltre 7200 viaggi pubblicati ed il carpooling piace alle donne.
Il 2012 sta volgendo al termine ed è tempo di tirare le somme, fare valutazioni e dare giudizi. Molti di noi ricorderanno il 2012 come un anno difficile, memori di un termine divenuto di uso quotidiano "Spread". Non dimentichiamo però ciò che di buono si è fatto e di come gli italiani sappiano dare il meglio nei momenti di difficoltà. Complice la crisi economica, la maxi accisa sui carburanti e la crescente disoccupazione giovanile, l'Italia a scoperto, o meglio riscoperto, il termine "condivisione" decretando un vero e proprio boom del carpooling. Il Carpooling, o meglio conosciuto come autostop on-line, ha registrato una crescita record fin dai primi mesi del 2012. Lo spirito della condivisione dell'auto ha pervaso migliaia di automobilisti grazie al duplice vantaggio offerto: la riduzione delle emissioni inquinanti ed il risparmio economico. Grazie ad internet ed alla diffusione degli smartphone è ormai semplice trovare uno o più compagni di viaggio, lungo il percorso, e condividere con loro il tragitto. Il costo del carburante può scendere così a valori inferiori ai 50 centesimi di euro al litro e per ogni passeggero, che ha rinunciato alla propria autovettura, si riducono le emissioni inquinanti 130g/km.

Bringme, il portale italiano per il carpooling, ha superato i 100.000 euro risparmiabili grazie agli oltre 7200 viaggi pubblicati per un totale di 710.000 km percorribili. Nel 2012 gli utenti iscritti al servizio sono cresciutimediamente del 20% ogni mese con una crescita annua dell'oltre 650%. Gli utenti che maggiormente utilizzano il servizio hanno un'età compresa tra 22 e 47 anni e sorprendentemente la percentuale di pubblico femminile ha raggiunto il 40%. Il numero elevato di donne, che condividono l'auto, è merito del successo riscontrato dall'opzione "viaggio donna per donna" che, unitamente alla "certificazione dell'utente", offre un elevato livello di sicurezza. Da gennaio a dicembre sono stati 1843 i viaggi concordati attraverso Bringme Social Carpooling tra i quali spiccano i contributi degli utenti "padellazza", "Tambien" e "Marci", che percorrono la tratta Bologna-Roma più volte a settimana e che spesso hanno utilizzato il carpooling. Lo stesso contributo è stato offerto dalle centinaia di persone che hanno organizzato viaggi per concerti e per le partite di calcio o da parte di "AleFrog" che ha percorso 4.300 km per raggiungere il Boom Festival in portogallo, in 4 a bordo della sua Clio.

L'anno appena trascorso ha generato un risparmio ipotizzabile di circa 25.000€ ed una riduzione di CO2 di 23 tonnellate. Per il 2013, Bringme Social Carpooling conta di raggiungere il mezzo milione di euro risparmiabili e superare i 5.000 viaggi concordati. In conclusione si può affermare che il carpooling ha fatto il suo ingresso in Italia portando con se benefici economici ed ambientali. La mobilità sostenibile, che passa anche attraverso un utilizzo più consapevole della propria autovettura, diviene sempre più un'esigenza impellente ed un maggiore impegno, in tal senso, delle amministrazioni pubbliche può renderla realizzabile.

Fonte dati: Bringme Social Carpooling
Marilisa Romagno
autore

condividi su