01/01/2013 - 01:00

100 impianti fotovoltaici in provincia di Bari

Si moltiplicano le iniziative per favorire lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabili. Sempre più numerosi sono i progetti finanziati pubblicamente. 10 Comuni della provincia di Bari partecipano al progetto "100 tetti sotto il sole" promosso da Etis Tecnologie srl.
Nella provincia di Bari sono dieci i Comuni che hanno partecipato al progetto denominato “100 tetti sotto al sole”, promosso dal Gruppo Etis Tecnologie srl e sorto con l’obiettivo di installare 100 impianti fotovoltaici sui tetti delle abitazioni private.
L’operazione prevede per i singoli il pagamento delle sole spese di istruttoria, in quanto tutto l’impianto poi è realizzato a costo zero.

I Comuni che prendono parte all’iniziativa sono: Giovinazzo, Toritto, Palo del Colle, Terlizzi, Bisceglie, Sannicandro di Bari, Grumo Appula, Bitonto, Binetto,Molfetta. Il bando pubblico era rivolto a persone fisiche, ma anche giuridiche, che hanno usufruito di questa iniziativa per installare un impianto fotovoltaico su immobili di uso produttivo. L’energia elettrica prodotta da tale impianto potrà essere sfruttata per 20 anni, previa cessione del credito al Gruppo Etis, attraverso la sottoscrizione di un atto notarile. I pannelli fotovoltaici saranno installati su tetti, tettoie, pensiline, lastrici solari (di almeno 10 metri quadri) pertinenti ad abitazioni che siano prive di qualunque vincolo architettonico, urbanistico o ambientale.

I proprietari degli immobili che aderiranno al bando s’impegnano a cedere alla Etis di Bitonto il credito derivante dalla convenzione stipulata con il Gestore Servizi Energetici nazionale. «Sosteniamo questo progetto perché crediamo nell’energia pulita» commenta l’assessore all’Ambiente di Molfetta, Giacomo Spadavecchia. «Sulla base degli indirizzi espressi da Agenda XXI e Progetto Emas, da anni siamo impegnati nella promozione e implementazione di tecnologie di produzione di energia che siano sostenibili in termini ambientali. Il bando dà l’opportunità di scegliere l’energia pulita anche a chi non è in condizioni di sostenere i costi dell’installazione di un impianto fotovoltaico.»

Gli impianti che alimentano utenze civili hanno una potenza compresa tra i 3 ed i 6 KW e sono installati su strutture facilmente accessibili.
Trascorsi i 20 anni l’impianto potrà rimanere di proprietà del beneficiario, oppure sarà possibile ricorrere all’opzione di smaltimento che sarà a carico del Gruppo Etis. Un altro passo verso la sensibilizzazione dei cittadini, mediante iniziative ed agevolazioni concrete, all’uso delle fonti rinnovabili di energia.
Marilisa Romagno
autore

condividi su