11/01/2018 - 18:03

“Ricehouse", la startup che valorizza gli scarti della coltivazione del riso

Gli scarti della coltivazione del riso utilizzati come ingredienti principali nell'edilizia sostenibile: la startup "Ricehouse"

L’architetto Tiziana Monterisi presenterà ufficialmente a Klimahouse (in Fiera a Bolzano dal 24 al 27 gennaio) l’innovativa startup “RiceHouse”, realtà focalizzata sulla valorizzazione dei prodotti secondari della coltivazione del riso.

coltivazione del riso

Dopo 15 anni di ricerca ed esperienza nel campo dell'architettura naturale, Tiziana Monterisi fonda RiceHouse, la startup che promuovere lo sfruttamento dei residui della coltivazione del riso e sostenere l’utilizzo della paglia e della lolla come materiali da costruzione. L’azienda si pone come snodo centrale della filiera produttiva. RiceHouse gestisce infatti il coordinamento delle attività di produzione della materia prima, occupandosi dell’aspetto logistico e di stoccaggio del materiale al fine di fornire l’approvvigionamento continuo. Inoltre, si pone come front-end nei confronti delle realtà di riferimento del mondo dell’edilizia sostenibile.

RiceHouse sarà presente in fiera (stand G -1 /18) con nuovi prodotti che permettono, in modo del tutto naturale, di apportare significative migliorie energetiche a chi sta per ristrutturare o realizzare casa. Sono 4 i prodotti che faranno il loro debutto alla più importante fiera dedicata al risparmio energetico in ambito edilizio: dal telaio in legno e paglia di riso, a speciali intonaci, malte e massetti che trovano, proprio nello scarto della lavorazione del riso, uno dei componenti principali.

Ma non è tutto! RiceHouse è stata anche selezionata fra le 10 finaliste di “Klimahouse Startup Award” 2018, il premio lanciatoda Klimahouse per dare un impulso all’ecosistema delle innovazioni green, offrendo ai giovani imprenditori del settore un’opportunità concreta di business. L’edizione 2018 del Premio, dal titolo “Costruire secondo natura, vivere secondo natura”, è dedicata alle realtà europee che lavorano quotidianamente per un futuro sostenibile, migliorando l’efficienza energetica degli edifici e mettendo, al centro del proprio operato, la sintonia tra uomo e ambiente.

Tommaso Tautonico
autore

condividi su

Articoli correlati